Il Trattato di non proliferazione nucleare resta forte nonostante l’ostruzionismo russo