Visti di categoria I

Visti di categoria I per giornalisti e addetti ai media

Il visto di categoria “I” è un tipo di visto concepito per persone che desiderano entrare negli U.S.A. in qualità di addetto stampa, o addetto ad altri mezzi di comunicazione di massa, quale radio e cinematografia. Questa categoria di visto include anche coloro che svolgono mansioni fondamentali, pertinenti all’informazione dei media stranieri, per esempio: cronista, troupe televisiva, redattore e persone in simili mansioni.

Coniuge e figli (non sposati e fino a 21 anni di età non compiuti) possono richiedere un visto della stessa categoria per poter accompagnare o raggiungere in U.S.A. il richiedente principale, che dovrà essere in grado di dimostrare di poter mantenere se stesso e la propria famiglia negli Stati Uniti.

Il percorso della pratica di visto I

  1. Completare il modulo DS-160 online, accessibile al link https://ceac.state.gov/genniv/ e stampare la pagina di conferma;
  2. Registrarsi al sito: https://usvisa-info.com ;
  3. Pagare la tariffa consolare non rimborsabile (MRV) online;
  4. Prenotare un appuntamento per la data prescelta;
  5. Presentarsi al colloquio con la documentazione necessaria;
    • Pagina di conferma del modulo DS-160;
    • Passaporto in corso di validità;
    • Una foto tessera per ciascun richiedente il visto, bambini inclusi (vedi la pagina web “Requisiti della fotografia“);
    • Contratto di lavoro e lettera d’incarico redatta dal datore di lavoro su carta intestata, riportante i dati identificativi del richiedente e le specifiche mansioni previste dall’incarico;
    • Credenziali rilasciate da un’associazione giornalistica professionale;
    • Documentazione relativa alla propria situazione sociale, economica, familiare in Italia. Questa documentazione può comprendere: permesso di soggiorno in originale (per stranieri), certificati di residenza, stato di famiglia, matrimonio, contratto di compravendita o di locazione di immobile, contratto di lavoro, ultime buste paga, modello unico delle tasse, estratto conto bancario, etc.
  6. In caso di approvazione, il visto viene generalmente emesso entro due o tre giorni lavorativi ed il passaporto viene inoltrato alla DHL. Dopo ulteriori tre giorni lavorativi, il passaporto sarà disponibile per il ritiro presso la sede DHL selezionata in fase di richiesta dell’appuntamento (quindi normalmente cinque giorni lavorativi dopo il colloquio). In caso di consegna a domicilio i tempi possono allungarsi di alcuni giorni;
  7. Il richiedente viene informato direttamente dalla DHL circa i tempi di consegna, tramite una e-mail con le istruzioni per il ritiro;
  8. Se il visto non viene approvato, il passaporto viene restituito al termine del colloquio con il funzionario consolare insieme ad una lettera che spiega i motivi del diniego del visto.